Comunicato 27-2-2012

Tutti i documenti relativi all’anno 2012 sono scaricabili
nella apposita pagina: campagne passate.

CONDIFESA RAVENNA

COMUNICATO DEL 27/02/2012

AVVIO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA MONORISCHIO E PLURIRISCHIO 2012

A seguito dell’accordo raggiunto con alcuni gruppi assicurativi il Consorzio di Difesa di Ravenna ha deciso di dare avvio alla campagna assicurativa 2012 tramite coperture monorischio e pluririschio a partire dal giorno 27 Febbraio.

Come gli altri anni non sarà possibile conoscere al momento della stipula dei contratti la spesa reale che il Socio andrà ad affrontare in quanto i parametri ministeriali saranno noti solo al termine della Campagna.

Le tariffe complessive, comunque, concordate con le Compagnie sono notevolmente diminuite rispetto allo scorso anno. Una riduzione più marcata è stata pattuita, inoltre, per i tutti i cereali e l’uva da vino.

Per chi ha intenzione di assicurare, la prima cosa da fare è mettersi in contatto con il proprio C.A.A. per aggiornare (per chi già lo aveva) o compilare per la prima volta (per chi non lo ha mai avuto) il fascicolo aziendale ed il relativo piano colturale. L’azienda che ancora non è in regola col fascicolo aziendale può comunque mettere in garanzia le proprie produzioni (valori e q.li) impegnandosi ad aggiornarlo il prima possibile. Compilare la domanda unica della P.A.C. e/o la richiesta di aiuto per l’uva da vino (ASVIT) entro il 15 maggio. In tale occasione va segnalata l’intenzione di assicurare. Diversamente non si avrà diritto alla contribuzione europea.

Questo passaggio è fondamentale! Diverse aziende nel 2010 e 2011 non hanno ottenuto alcun contributo perché non hanno attivato, tramite il proprio CAA, le relative richieste di aiuto per l’assicurazione (ASVIT per l’uva da vino e Domanda Unica PAC per le altre produzioni).

È di primaria importanza, infine, che quanto verrà dichiarato nel certificato (Comune, colture, superfici, dati catastali) corrisponda esattamente a quanto indicato dal Piano Colturale. La non corrispondenza dei due dati può significare la perdita parziale o totale del contributo.

Il Consorzio di difesa anticipa – come gli anni passati – il premio per intero alle Compagnie ed andrà ad incassarlo dai propri Associati probabilmente in due rate.

In caso di mancato pagamento da parte del produttore il Consorzio segnalerà lo stato di morosità e l’intero importo dell’aiuto sarà recuperato a cura dell’Organismo Pagatore. Contestualmente saranno attivate le procedure di recupero delle quote da parte del Consorzio di Difesa.

Il Consorzio di Ravenna ha concordato, al momento, con le Compagnie di assicurazione VH ITALIA, ASS. GRAND. SVIZZERA FONDIARIA-SAI, MILANO, PREVIDENTE, NUOVA MAA, LIGURIA, UNIPOL, ZURICH, ALLIANZ RAS, REALE MUTUA, ITALIANA AXA, GREAT LAKES, ARA 1857, TUA ASSIC., CATTOLICA, ARISCOM, ITAS, FATA, GENERALI, ASSITALIA, TORO, VITTORIA, GROUPAMA, una polizza monorischio e pluririschio. Speriamo che, entro breve, l’accordo sia esteso anche alle altre Compagnie che operano nel settore.

PRINCIPALI CONDIZIONI ASSICURATIVE

Le condizioni di seguito riportate fanno parte di un accordo quadro con le Compagnie. Per la conferma delle condizioni assicurative è necessario chiedere specifiche informazioni alla Agenzie di assicurazione oppure al Consorzio.

A scelta del Socio polizza con soglia di danno 30% per prodotto/comune/azienda con un contributo della Comunità Europea fino al 65% del parametro (fino all’80% per l’uva da vino) che può essere integrato da eventuali fondi nazionali residui. Possibilità di stipulare una polizza integrativa non agevolata per coprire i danni sotto soglia. La liquidazione, come gli anni precedenti avviene per partita detraendo dal danno rilevato dai periti la franchigia contrattuale.

La polizza monorischio prevede la copertura della sola grandine mentre la pluririschio comprende la grandine abbinata ad una o più avversità fra quelle previste dal piano assicurativo 2012. Per le avversità assicurabili e le possibili combinazioni della polizza pluririschio rivolgersi alle Agenzie.  Rimane l’obbligo di assicurare tutto il prodotto che si intende mettere in copertura. Come lo scorso anno è possibile stipulare una polizza per ogni “tipologia colturale”. Ciò significa che, per esempio, per le nettarine precoci si può scegliere una monorischio grandine; per le tardive, invece, una pluririschio grandine e gelo/brina. Le due produzioni, comunque, vanno considerate un unico prodotto ai fini del calcolo della soglia. Questa specifica del piano assicurativo, inoltre, ci fa ritenere che le produzioni protette da reti antigrandine possono essere escluse dall’obbligo dell’assicurazione anche in virtù del fatto che esse formano prodotto a se stante anche nel calcolo della soglia di danno. Tali produzioni possono comunque essere assicurate a condizioni particolarmente vantaggiose.

DECORRENZA E TERMINE DELLA GARANZIA (prodotto frutta e uva)   la garanzia per grandine e vento forte decorre dalla allegagione, fatta eccezione per l’actinidia e l’uva che decorre dalla schiusa delle gemme  e comunque non prima dalle ore 12 del  giorno successivo alla notifica della assunzione da parte dell’agenzia alla direzione della Compagnia.

Per gelo/brina la garanzia decorre dalla schiusa delle gemme e comunque non prima delle ore 12 del quarto giorno successivo alla notifica delle assunzioni. Questo vale per le seguenti Compagnie: Fondiaria-Sai, Milano, Previdente, Nuova Maa, Liguria, VH Italia, Assicurazione Grandine Svizzera, AXA, Vittoria.

Unipol e altre Compagnie molto probabilmente, per il rischio gelo/brina, faranno decorrere la garanzia a partire dalle ore 12 del sesto giorno.

La garanzia gelo-brina termina alle ore 12 del 30 maggio (per alcune Compagnie 20 maggio).

Per l’actinidia la copertura gelo-brina può essere prorogata fino alle ore 12 del 10 novembre 2012.

Precisiamo che la garanzia vento forte riguarda il danno ai frutti per arrotature, abrasioni, ammaccature e il danno conseguente alla caduta diretta dei frutti o per rottura di tralci e rami .

FRANCHIGIA:

10% se il prodotto è colpito solo dalla grandine e/o dal vento forte;

30% se il prodotto è colpito solo dalle altre avversità in forma singola o combinata;

a scalare dal 30% al 20% con riduzione di un punto di franchigia per ogni punto di danno da grandine e/o vento forte in aumento al danno provocato dalle avversità a Franchigia 30%.

Possibilità, per la grandine e il vento forte, di scegliere la franchigia 15 con uno sconto del 15%;  franchigia 20 con uno sconto del 30%; franchigia 30 con uno sconto del 40%.

TABELLA “C”: Con alcune Compagnie, per il prodotto frutta, abbiamo concordato, oltre alle classiche tabelle convenzionali “A” e “B”, una tabella di liquidazione, per le garanzie grandine e vento,  denominata “C”. Si tratta di una tabella che utilizza dei nuovi parametri e coefficienti per la definizione del danno. Adotta una franchigia 30 a scalare (a danno 37% la franchigia scende già al 10%) e liquidazione per partita. Può essere abbinata anche alle altre avversità (per esempio gelo/brina) per le quali valgono le norme già stabilite per le tabelle “A” e “B”, in particolare per quanto riguarda l’applicazione della franchigia. Precisiamo che si tratta di una copertura sperimentale che le Compagnie prestano solo per limitati capitali. Per tutte le informazioni in merito rivolgersi al Consorzio.

LIMITE DI RISARCIMENTO: in linea generale per tutte le avversità diverse da grandine e vento è applicato un limite di risarcimento massimo del 60%. Ogni Compagnia può applicare dei propri limiti di indennizzo. Per conoscerli rivolgersi al Consorzio o alle Agenzie.

DENUNCIA DEL DANNO: il danno per gelo e brina deve essere comunicato all’agenzia entro le 36 ore successive all’evento escluso il sabato e festivi, dichiarando se si vuole la perizia o segnalare l’evento per memoria; per le altre avversità il danno deve essere comunicato entro i tre giorni successivi all’evento escluso il sabato e festivi dichiarando se si vuole la perizia o segnalare l’evento per memoria.

RIDUZIONE DEL PRODOTTO ASSICURATO:

Attenzione:

Raccomandiamo di porre la massima attenzione ai quantitativi da assicurare anche in conseguenza di eventuali danni da gelo invernale che, ricordiamo, non sono risarcibili da questo tipo di Convenzione. A questo proposito abbiamo chiesto, e in alcuni casi ottenuto, alle Compagnie, in via del tutto eccezionale, la possibilità di ridurre dall’origine anche l’avversità gelo/brina purché la richiesta sia inoltrata entro le prime fasi della ripresa vegetativa. Per maggiori informazioni contattare l’Agenzia o il Consorzio.

In ogni caso la possibilità di ridurre i quantitativi assicurati deve essere attuata solo nei casi di effettiva necessità, per cui è opportuno valutare fin dalla sottoscrizione dei certificati quella che è o potrà essere la produzione reale senza grossolane approssimazioni.

Le date delle riduzioni con abbattimento del premio dall’origine per tutte le avversità ad esclusione di gelo/brina sono le seguenti:

08 giugno per le pesche tardive, nettarine tardive e susine tardive

15 giugno per le pere tardive, mele, actinidia, cachi, uva.

Il premio relativo alla copertura gelo/brina può essere ridotto, a parte l’eccezione sopra riportata, solo proporzionalmente se la domanda è presentata almeno 15 giorni prima della scadenza della garanzia (31 maggio o 20 maggio).

TARIFFE COMPLESSIVE  E PREZZI DI ASSICURAZIONE

Le tariffe sono state trasmesse a tutte le Compagnie assieme al listino prezzi emanato in base al D.M. 2717 del 07/02/2012.

E’ possibile che per alcune garanzie diverse dalla grandine siano adottate condizioni leggermente diverse da quelle concordate.

A breve dovrebbe partire anche la copertura multirischio sulle rese le cui condizioni sono concordate a livello nazionale dall’ASNACODI con ISMEA  e le Compagnie di Assicurazione.

Per i PREZZI, MODULISTICA, NORMATIVA e tutte le altre informazioni necessarie Vi invitiamo a contattare i nostri uffici al n° 0544-407236 oppure a consultare il nostro sito internet www.condifesa.ra.it che provvederemo a tenere costantemente aggiornato.

Il Presidente
Dr. Paolo Guerrini