Comunicato 13-3-2013

Tutti i documenti relativi all’anno 2013 sono scaricabili
nella apposita pagina: campagne passate.

COMUNICATO DEL 18/03/2013
(aggiornamento del precedente comunicato del 13/03/2013)

CAMPAGNA ASSICURATIVA 2013

Il Consorzio di difesa di Ravenna comunica di aver raggiunto l’accordo per l’avvio della campagna assicurativa con le seguenti Compagnie: V.H. ITALIA, ZURICH, FATA, GENERALI, ASSITALIA, TORO, UNIPOL GRUPPO (UNIPOL, FONDIARIA, MILANO, NUOVA MAA, PREVIDENTE, SAI), GREAT LAKES, TUA, NET INSURANCE, CATTOLICA, AXA, ITAS, ASSICURAZIONE GRANDINE SVIZZERA, GRUPPO REALE (REALE MUTUA, ITALIANA), VITTORIA, ALLIANZ-RAS, GROUPAMA.

Per consentire a tutti gli Associati di avere la copertura assicurativa abbiamo, purtroppo, dovuto accettare l’imposizione da parte delle Compagnie di Assicurazioni di alcune condizioni contrattuali che assolutamente non condividiamo e che di seguito riassumiamo:

Per la Garanzia Vento Forte è stata fissata la franchigia 15% per tutta la frutta; per queste produzioni, inoltre, le Compagnie, per l’avversità grandine, consentono la possibilità di adottare franchigia 10%.

Solamente le Compagnie V.H. ITALIA, ZURICH, ASSICURAZIONE GRANDINE SVIZZERA e I.T.A.S hanno dimostrato disponibilità e attenzione alle nostre esigenze adottando la franchigia 15% per il vento forte unicamente per i prodotti più sensibili a tale avversità ovvero actinidia, pere e susine.

Per i prodotti a franchigia 15% per il vento forte, in caso di danno combinato fra grandine e vento forte la franchigia applicata sarà del 15%.

Si tratta chiaramente di una condizione penalizzante per i Soci che, in caso di danno combinato fra grandine e vento forte, oltre a vedersi aumentata la franchigia al 15%, dovranno pagare il premio grandine a franchigia 10%.

Invitiamo, pertanto, tutti i Soci, per quei prodotti che hanno franchigia 15% per l’avversità vento forte, a scegliere la franchigia 15% anche per l’avversità grandine.

Per il resto valgono le condizioni già esposte in precedenza che di seguito riassumiamo:

PRINCIPALI CONDIZIONI CONTRATTUALI 2013

ATTENZIONE! LE COMPAGNIE DI ASSICURAZIONE POSSONO ADOTTARE CONDIZIONI LEGGERMENTE DIFFERENTI UNA DALL’ALTRA! PER TUTTE LE INFORMAZIONI RIVOLGERSI AL CONSORZIO O ALLE AGENZIE!

DECORRENZA E TERMINE DELLA GARANZIA

Per le colture arboree la garanzia per grandine e vento forte decorre dalla allegagione, fatta eccezione per l’actinidia e l’uva che decorre dalla schiusa delle gemme e comunque non prima dalle ore 12 del giorno successivo alla notifica della assunzione da parte dell’agenzia alla direzione della compagnia.

Per le altre avversità la garanzia decorre dalla schiusa delle gemme e comunque non prima delle ore 12 del sesto giorno successivo alla notifica.

La garanzia gelo-brina termina alle ore 12 del 30 maggio (20 maggio per alcune Compagnie). Per il prodotto actinidia è possibile prolungare la garanzia gelo/brina fino al 10 novembre con un aumento della tariffa dello 0,50%.

Le colture da seme sono in garanzia fino alla trebbiatura. Alcune Compagnie fanno terminare la garanzia 7 giorni dopo lo sfalcio da comunicarsi a mezzo telegramma.

Contattare il Consorzio o la propria Agenzia di assicurazione per le informazioni in merito alla decorrenza e scadenza delle garanzie applicate dalle diverse Compagnie sui vari prodotti.

FRANCHIGIA

  • 10% – se il prodotto è stato colpito dalla grandine e/o vento forte per quei prodotti che hanno franchigia 10% per queste garanzie;
  • 15% – se il prodotto è colpito dalla grandine e/o dal vento forte per quei prodotti che hanno franchigia 15% per queste garanzie; per quei prodotti che hanno franchigia 10% per la grandine e franchigia 15% per il vento forte, in caso di danno combinato grandine + vento forte la franchigia applicata sarà del 15%.
  • 30% se il prodotto è colpito solo dalle altre avversità in forma singola o combinata;
  • a scalare dal 30% al 20% con riduzione di un punto di franchigia per ogni punto di danno da grandine e/o vento forte in aumento al danno provocato dalle avversità a Franchigia 30%.
  • Possibilità, per la grandine e il vento forte, di scegliere la franchigia 15 con uno sconto del 15%; franchigia 20 con uno sconto del 30%; franchigia 30 con uno sconto del 40%.
  • Alcune Compagnie per determinati prodotti (colture da seme e orticole) adottano una franchigia minima del 15% anche per la grandine.
  • I vivai (astoni e barbatelle) hanno, generalmente, la franchigia minima del 20%.

Le Compagnie GREAT LAKES, TUA e NET INSURANCE per l’avversità vento forte applicano franchigia 30% per tutte le colture orticole (escluso pomodoro) e tutte le colture da seme.

La Compagnia I.T.A.S. per il vento forte applica la franchigia 30% su tutte le colture da seme.

Per questi prodotti invitiamo i Soci ad orientarsi verso le Compagnie che applicano condizioni più favorevoli.

TIPOLOGIE DI COPERTURA

Per il prodotto frutta, relativamente alle garanzie grandine e vento, oltre alle consolidate tabelle di liquidazione A e B, in via sperimentale è possibile adottare anche la “Tabella C”. Si tratta di una tabella che prevede una franchigia 30 a scalare e la liquidazione per partita con dei coefficienti di danno e dei parametri di liquidazione che differiscono sostanzialmente dalle tabelle A e B. Precisiamo che si tratta di una copertura sperimentale che solamente alcune Compagnie prestano per limitati capitali. Può essere abbinata anche alle altre avversità (per esempio gelo/brina) per le quali valgono le norme già stabilite per le tabelle “A” e “B”, in particolare per quanto riguarda l’applicazione della franchigia.

Alcune Compagnie, inoltre, per specifiche tipologie di prodotto possono adottare garanzie particolari. Per ulteriori informazioni sulle tipologie di coperture disponibili vi invitiamo a contattare il Consorzio o le Agenzie di assicurazione.

POLIZZA MULTIRISCHIO SULLE RESE

A causa di un parametro MULTIRISCHIO estremamente basso in alcuni Comuni e per determinati prodotti risulterà estremamente sconveniente sottoscrivere questo tipo di Polizza. Per conoscere i prodotti e i comuni interessati contattare il Consorzio o consultare la pagina modulistica-agenzie sul nostro sito internet!

Ad oggi nessuna Compagnia di Assicurazione ha ancora reso disponibile questa tipologa di copertura.

La proposta di multirischio inviata dal Consorzio, per il momento, non è stata accettata.

LIMITE DI RISARCIMENTO – SCOPERTO

Nel caso si verifichi un danno diverso da grandine e vento è applicato generalmente un limite di risarcimento massimo del 60% al netto della franchigia.

Bisogna prestare molta attenzione a questo punto in quanto le Compagnie applicano limiti di indennizzo diversificati, in taluni casi applicati anche alla grandine e al vento forte.

Per specifici prodotti e garanzie alcune Compagnia applicheranno uno scoperto sull’indennizzo.

Per maggiori informazioni relative ai limiti di indennizzo e scoperto rivolgersi al Consorzio o alla propria Agenzia di assicurazione.

DENUNCIA DEL DANNO

Il danno per gelo/brina e sbalzo termico deve essere comunicato all’agenzia entro le 36 ore successive all’evento escluso il sabato e festivi, dichiarando se si vuole la perizia o segnalare l’evento per memoria; per le altre avversità il danno deve essere comunicato entro i tre giorni successivi all’evento escluso il sabato e festivi dichiarando se si vuole la perizia o segnalare l’evento per memoria.

Per il vento forte è obbligatorio, se denunciato con richiesta di perizia, dichiarare se l’evento ha causato una caduta del prodotto.

I costi di perizia incidono notevolmente sulla tariffa, per cui raccomandiamo di denunciare i danni e chiedere la visita dei periti solo se strettamente necessario. Indicate sempre quali sono le partite che intendete denunciare con o senza richiesta di perizia.

RIDUZIONE DEL PRODOTTO ASSICURATO

La possibilità di ridurre i quantitativi assicurati deve essere attuata solo nei casi di effettiva necessità, per cui è opportuno valutare fin dalla sottoscrizione dei certificati assieme all’assicurato quella che è o potrà essere la produzione reale rispetto alla produzione media triennale.

I termini per le riduzioni con abbattimento del premio dall’origine, per le garanzie ove esso è previsto (normalmente tutte tranne gelo/brina), sono i seguenti:

  • 5 giugno per le pesche tardive, nettarine tardive e susine tardive;
  • 12 giugno per le pere tardive, mele, actinidia, cachi e uva.

La frutta precoce e quella tardiva (oltre i termini previsti) e tutti gli altri prodotti possono comunque essere ridotti con abbattimento proporzionale del premio fino a 15 giorni prima della raccolta.

N.B. Le domande di riduzione dall’origine o proporzionali, possono essere presentate anche se il prodotto è stato denunciato purché non sia stata ancora effettuata la perizia.

DANNO DI QUALITA’ UVA DA VINO

Anche quest’anno, oltre alla qualità maggiorata, solamente con alcuni gruppi assicurativi, è possibile adottare anche la tabella di qualità extra, che riconosce un danno di qualità aumentato, con un sovrappremio della tariffa grandine.

Il danno di qualità, in entrambi i casi, decorre dalle ore 12,00 del 1 luglio.

DANNI ANTERISCHIO

Nel caso le sue produzioni, al momento della sottoscrizione del certificato, siano già state colpite da avversità atmosferiche in garanzia, Le raccomandiamo di dichiarare l’evento sui certificati di assicurazione (le Agenzie sono opportunamente informate in proposito); Qualora il perito accerti l’esistenza di danni non dichiarati, antecedenti la sottoscrizione dei certificati, la compagnia può non liquidare eventuali danni successivi.

Se il prodotto è colpito nel periodo fra la notifica dei certificati e l’entrata in rischio, dovrà comunque presentare la denuncia in quanto, in base al danno, Le verrà ridotto proporzionalmente il premio assicurativo.

COSA FARE PER OTTENERE IL CONTRIBUTO

Per chi ha intenzione di assicurare, la prima cosa da fare è mettersi in contatto con il proprio C.A.A. per aggiornare (per chi già lo aveva) o compilare per la prima volta (per chi non lo ha mai avuto) il fascicolo aziendale ed il relativo piano colturale. L’azienda che ancora non è in regola col fascicolo aziendale può comunque mettere in garanzia le proprie produzioni (valori e q.li) impegnandosi ad aggiornarlo il prima possibile. Compilare la domanda unica della P.A.C. e/o la richiesta di aiuto per l’uva da vino (ASVIT) entro il 15 maggio.

In tale occasione va segnalata l’intenzione di assicurare. Diversamente non si avrà diritto alla contribuzione europea.

Questo passaggio è fondamentale! Diverse aziende negli anni passati non hanno ottenuto alcun contributo perché non hanno attivato, tramite il proprio CAA, le relative richieste di aiuto per l’assicurazione (ASVIT per l’uva da vino e Domanda Unica PAC per le altre produzioni).

È di primaria importanza che quanto verrà dichiarato nel certificato (colture, superfici, dati catastali, comune) corrisponda esattamente a quanto indicato dal Piano Colturale. La non corrispondenza dei due dati può significare la perdita parziale o totale del contributo.

Il Consorzio di difesa anticipa – come gli anni passati – il premio per intero alle Compagnie ed andrà ad incassarlo dai propri Associati probabilmente in due rate.

In caso di mancato pagamento da parte del produttore il Consorzio segnalerà lo stato di morosità e l’intero importo dell’aiuto sarà recuperato a cura dell’Organismo Pagatore. Contestualmente saranno attivate le procedure di recupero delle quote da parte del Consorzio di Difesa.

Come gli altri anni non sarà possibile conoscere al momento della stipula dei contratti la spesa reale che il Socio andrà ad affrontare in quanto i parametri ministeriali saranno noti solo al termine della Campagna anche se, con il nuovo metodo di calcolo previsto dal Piano Assicurativo, il Consorzio è in grado di stimare, con la dovuta approssimazione, l’importo massimo del contributo.

NOVITA’ PRINCIPALI CAMPAGNA ASSICURATIVA 2013

Con l’approvazione del nuovo Piano Assicurativo Agricolo Nazionale sono state introdotte molte innovazioni nel campo dell’assicurazione agevolata. Riassumiamo di seguito le principali novità:

REQUISITI PER RICEVERE IL CONTRIBUTO – POLIZZE CON SOGLIA DI DANNO

Le polizze, per aver diritto al contributo sotto riportato, devono contenere almeno due avversità; questo significa che non possono più essere sottoscritti certificati monorischio grandine! Per visualizzarle nel dettaglio premere QUI.

Le avversità assicurabili con la polizza pluririschio sono:

  • GRANDINE
  • GELO/BRINA E SBALZO TERMICO
  • ECCESSO DI PIOGGIA
  • VENTO FORTE
  • COLPO DI SOLE E VENTO SCIROCCALE
  • ECCESSO DI NEVE

Le avversità SICCITA’ ed ALLUVIONE vengono classificate come catastrofali e come tali sono assicurabili solamente con coperture MULTIRISCHIO SULLE RESE che comprendono quindi tutte e otto le avversità sopra riportate. Le garanzie GELO/BRINA E SBALZO TERMICO sono considerate un’avversità unica e come tali devono essere prestate assieme nella copertura assicurativa; allo stesso modo devono essere trattate le garanzie COLPO DI SOLE E VENTO SCIROCCALE.

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO – POLIZZE CON SOGLIA DI DANNO

Le percentuali massime di contribuzione sulla spesa assicurativa agevolata sono state così modificate:

  • MONORISCHIO GRANDINE – nessun contributo!
  • PLURIRISCHIO CON DUE AVVERSITA’ – contributo fino al 65% della spesa ammessa
  • PLURIRISCHIO CON ALMENO TRE AVVERSITA’- contributo fino al 75% della spesa ammessa
  • MULTIRISCHIO SULLE RESE – contributo fino all’80% della spesa ammessa

A parte la polizza MULTIRISCHIO SULLE RESE, la tipologia di copertura più conveniente dal punto di vista contributivo è quella PLURIRISCHIO CON TRE AVVERSITA’.

ATTENZIONE! IMPORTANTISSIMO!

Valutate attentamente la possibilità di sottoscrivere certificati di assicurazione PLURIRISCHIO CON TRE AVVERSITA’; in molti casi, infatti, tale tipologia di copertura, oltre ad offrire una protezione più completa, risulta meno onerosa rispetto ad una pluririschio con due avversità grazie al maggior contributo.

La garanzia ECCESSO DI NEVE può essere inserita solamente in una pluririschio comprendente almeno quattro avversità.

QUANTITATIVI ASSICURABILI

A partire dalla corrente Campagna, le Regioni individuano le produzioni unitarie medie annuali per tipologia colturale che rappresentano le quantità unitarie massime assicurabili.

Le singole aziende, però, possono utilizzare una propria produzione media unitaria triennale superiore a quella stabilita dalla Regione se sono in grado di attestarla con la opportuna documentazione contabile aziendale.

Chi si assicura, quindi, può scegliere se assicurare entro i quantitativi massimi decretati dalla Regione Emilia Romagna, oppure utilizzare una propria produzione media triennale superiore a quella Regionale purché sia in grado di documentarla.

Le rese unitarie stabilite dalla Regione sono state pubblicate sul sito QUI.

METODOLOGIA DI CALCOLO DEI PARAMETRI CONTRIBUTIVI

Cambia anche la metodologia di calcolo dei parametri utilizzata fino al 2012.

Da quest’anno il parametro contributivo è pari alla media delle tariffe disponibili degli ultimi tre anni, escluso l’anno in corso, per ogni combinazione comune/prodotto/garanzia (pluririschio e multirischio).

Per il calcolo della tariffa media vengono utilizzati i seguenti dati:

  • PLURIRISCHIO DUE AVVERSITA’ – tutti i dati delle polizze pluririschio con due avversità;
  • PLURIRISCHIO TRE O PIU’ AVVERSITA’- tutti i dati delle polizze pluririschio con tre o più avversità ;
  • MULTIRISCHIO – tutti i dati delle polizze multirischio

Se in nessuno dei tre anni precedenti vi è statistica per la combinazione comune/prodotto/garanzia, il parametro contributivo è pari alla tariffa applicata per certificato.

NUOVI ASSICURATI

Al fine di incentivare l’ingresso di nuove aziende nel sistema dell’assicurazione agricola agevolata, il parametro per quelle aziende che non risultano presenti nelle statistiche assicurative degli ultimi 5 anni è pari alla tariffa applicata nel certificato dell’anno in corso.

Invitiamo tutti i Soci a tenersi costantemente informati attraverso il nostro sito internet www.condifesa.ra.it che provvederemo a mantenere costantemente aggiornato

Il Presidente
Dr. Paolo Guerrini

—————————————————————————————————————–

ALTRE NOTE INFORMATIVE INTERESSANTI:

Per i Prezzi dei prodotti, le Tariffe (pluririschio ed avversità) e le Normative di riferimento rinviamo alle apposite pagine presenti sul nostro sito internet nella sezione Campagna 2013.

Il 23 Aprile è uscito il Decreto Ministeriale Integrativo Prezzi n. 7648, e abbiamo provveduto ad inserirlo nella pagina della normativa.

Il 31 Gennaio 2013 è stato pubblicato il nuovo Piano Assicurativo Nazionale 2013, chiunque fosse interessato, può consultarlo nella nostra pagina dalla normativa. Al fianco del PAN 2013 è visualizzabile inoltre la sua nota esplicativa e di chiarimento n. 4662 emessa dal Mipaaf il 11/3/2013.

Il 18 Febbraio 2013 è stato firmato il nuovo Decreto Prezzi Massimi 2013, chiunque fosse interessato, può trovarlo anch’esso nella pagina dalla normativa.

 Vi invitiamo ad iscriverVi numerosi alla newsletter per restare aggiornati ed informati in tempo reale su ogni novità.